L’importanza poter di leggere i web logs…

L’altro giorno stavo analizzando le statistiche di un portale che abbiamo da poco pubblicato e di cui stiamo avviando il posizionamento sui motori di ricerca.

Mi sono soffermato sulle parole chiave digitate sui motori di ricerca che si sono convertite in una visita sul sito in oggetto e ho notato che la più utilizzata è: attività. La cosa mi ha piuttosto sorpreso perchè, pur essendo la prima parole del title, il sito non è stato ottimizzato per questa parola chiave.

Parole chiave ebrescia

 

Mi sono quindi preso la briga di fare qualche ricerca nei principali motori di ricerca per verificare questo dato. Nulla. Nessuna traccia del sito anche cercando tra le immagini, le notizie e facendo ricerche alternative. Per approfondire questa stranezza ho consultato le statistiche generate da Google Analytics e in questo caso le parole chiave sono risultate differenti da quelle di Awstats

 Beh, la cosa più sorprendente è che la parola chiave attività presente 967 volte in Awstat qui non compare nemmeno. Siamo d’accordo, i due software ragionano in maniera diversa e un portale complesso e con url ricostruiti si presta ad effetti collaterali anche per quanto concerne la generazione dei log: ma qualcosa non torna!!
A questo punto decido di andare a leggere direttamente nel log generato da IIS ed ecco una delle righe in questione, il campo referral:

http://search.live.com/results.aspx?q=attivita&form=QBHP
http://search.live.com/results.aspx?q=attivita&mrt=en-us&FORM=LIVSOP

A questo punto vado su live e cerco ma ancora nulla… i  form=QBHP e FORM=LIVSOP m’insospettiscono e quindi approfondisco il mio sospetto facendo qualche ricerca ed ecco qualcosa d’interessante:

http://www.xiirus.net/articles/article-live-search-referral-spam-m8ig0.aspx

Questo post di un blog, per quanto non spieghi molto di questo fenomeno, lascia una serie di link che aiutano ad approfondire l’argomento.

Qualcuno ha qualche altro feedback?