Vuoi migliorare l’efficacia del tuo sito: analizzalo!

Hai appena pubblicato il tuo nuovo sito e pensi: “Che bello, ci ho messo un anno, adesso è finito e mi posso concentrare su altro!!!?”

Beh, mi dispiace deluderti, ma sei solo all’inizio di una nuova stimolante avventura…

…Inizia la Web Analytics!!!

analytics-screeshot.gif

Innanzitutto spero proprio che il tuo sito sia stato costruito da dei professionisti che abbiano curato quantomeno i pilastri sui quali si regge un buon sito internet oggi:

  1. Qualità dei contenuti e della loro presentazione a video
  2. Usabilità dell’interfaccia
  3. Dinamicità, intesa come possibilità di aggiornamento del contenuto
  4. Posizionamento sui motori di ricerca

Curare questi quattro punti richiede sicuramente un grande impegno ed anche uno sforzo economico. La bella notizia però è che si possono ottenere risultati molto gratificanti (anche economicamente) se si è disposti ad investire tempo e risorse in uno strumento utilissimo e fondamentale per il business quale è il sito della propria azienda.

Dicevamo… una volta pubblicato il sito è necessario assicurarsi di avere la possibilità di utilizzare uno strumento di analisi delle statistiche di accesso. Tale strumento viene solitamente fornito a corredo dei servizi acquistati da chi ci offre l’hosting. Si va da software freeware ma di buon valore come Awstats a WebTrends, che è certamente un sistema professionale e dotato di caratteristiche e possibilità di personalizzazione notevole.
Awstats è un software offline nel senso che analizza i log generati dal server web e in base ad essi costruisce le statistiche. I log vengono solitamente generati periodicamente e difficilmente sono aggiornati in tempo reale.

Io consiglio a chi si vuole avvicinare all’affascinante settore della Web Analytics, di iniziare attivando un account in Google Analytics che è gratuito e offre più funzionalità rispetto ad Awstats.
Con Analytics si può effettuare un’analisi molto approfondita e soprattutto comparata dei dati. E’ inoltre utilissimo per analizzare l’efficacia del sito, attraverso l’analisi del layout e permette anche di monitorare le conversioni, cioè azioni mirate alle quali viene attribuita una particolare importanza: ad esempio compilazione di form per la richiesta di informazioni, oppure lettura di un articolo completo su un blog.